Arte e Cultura per leggere e reinventare la realtà

I nostri progetti
Fondazione Cariplo, settore Arte e Cultura
Innovazione Culturale

Il cammino di iC e dell’innovazione culturale

La sfida da cui nasce iC è molto ambiziosa: provare a tracciare una nuova strada per fare cultura, agevolando l’incontro tra il mondo della conoscenza e quello della creatività. Compito impensabile senza i suoi compagni di viaggio.

  • 29 novembre 2016
  • 9:30

I viaggi migliori scoprono le più grandi ricchezze lungo il cammino. Quello di iC-InnovazioneCulturale nasce nel 2014 con la prima edizione del bando, all’interno di un accordo quadro con Regione Lombardia per la diffusione dell’innovazione nel sistema cultura attraverso il sostegno alle imprese culturali e creative.

A partire dalle prime tappe di questo percorso, Fondazione Cariplo ha condiviso con Regione una visione e una strada, creando i presupposti per una collaborazione duratura che li porta oggi a lavorare insieme su singole iniziative coerenti con quegli obiettivi e ad aggregare intorno al tema dell’innovazione culturale altri importanti policy maker: basti pensare a Innovacultura, il bando in cui Regione, Fondazione e il sistema Camerale lombardo – in particolar modo milanese e brianzolo – hanno supportato l’introduzione d’innovazione nelle istituzioni culturali attraverso partenariati con le imprese culturali.

Nel corso del tempo iC ha incontrato sul suo cammino molti compagni di viaggio, che hanno messo a disposizione competenze ed esperienze per disegnare il programma. Con Fondazione Fitzcarraldo e Make a Cube è stato possibile dare vita a un percorso di accompagnamento per imprese culturali, sempre più ricco col passare degli anni. Più recentemente anche Tag Innovation school e POLIdesign hanno messo a disposizione nuove professionalità specializzate nella formazione di processi innovativi.

Diversi partner hanno attivamente partecipato a co-progettazioni di specifiche operazioni di approfondimento e posizionamento: Bookrepublic ha dato vita ad iCodex, il primo hackathon sull’innovazione culturale, cheFare ha avviato l’operazione Open data aggregando le informazioni raccolte dai bandi di innovazione culturale; Fondazione Fitzcarraldo ha fatto advocacy in favore delle imprese culturali con i meeting di ArtLab; e Meet the Media Guru ha avuto un ruolo centrale per il lancio di workshop all’estero e della delegazione di imprese culturali in Nord America. Ancora a livello internazionale, altra tappa preziosa nel viaggio di Fondazione Cariplo è stato Tandem Europe, il programma nato per sostenere il confronto tra imprese culturali europee e la costruzione di progetti di innovazione culturale, lanciato in partnership con ECF, Bosch Foundation e Stavros Niarchos Foundation.

Infine, grazie alla collaborazione con BASE Milano e Cariplo Factory, sta nascendo un possibile quartier generale per le imprese culturali, proprio nel luogo che quest’anno ospiterà la due giorni di Innovazione Culturale e l’intero percorso di accompagnamento.

La sfida da cui nasce iC è molto ambiziosa: provare a tracciare una nuova strada per fare cultura, agevolando l’incontro tra il mondo della conoscenza e quello della creatività. Compito impensabile senza i suoi compagni di viaggio che, tappa dopo tappa, hanno dato nutrimento al progetto, mettendo a disposizione competenze eterogenee manageriali, culturali e di networking.

Ora il testimone passa ai 30 team selezionati per la terza edizione di iC, che il 29 e il 30 novembre avranno l’occasione di mostrare a pubblico e giuria la loro via verso l’innovazione culturale.