Arte e Cultura per leggere e reinventare la realtà

I nostri progetti
Fondazione Cariplo, settore Arte e Cultura
Laiv

Valorizzare l’eco-museo di Valtorta. Il LAIV Project Work dell’Istituto Mario Rigoni Stern di Bergamo

  • 22 maggio 2017

Siamo rimasti davvero colpiti dalla bellezza della natura incontaminata che contraddistingue questo luogo e dall’attaccamento degli abitanti al loro paese… I racconti della vita di molte persone, tra cui casari, pastori e allevatori fa comprendere fino in fondo la passione e la tradizione presenti in questo luogo e gli abitanti sono i più grandi testimoni di come questa piccola realtà di montagna abbia vissuto negli anni passati e di come stia cambiando grazie all’avvento della tecnologia.

(Gli studenti della 5D dell’IIS “Mario Rigoni Stern” di Bergamo)

Dopo una prima fase preparatoria nell’anno scolastico 2014-2015, nel 2015-2016 è partito il project work richiesto dalla Fondazione Cariplo come parte integrante delle esperienze formative proposte agli studenti del Mario Rigoni Stern di Bergamo, nell’ambito del Progetto LAIV: la scelta è caduta su “La valorizzazione dell’Ecomuseo di Valtorta” e ha coinvolto, in prima istanza, la 5D 2015-2016, per poi essere “ereditata” da noi, studenti dell’attuale 5D 2016-2017, protagonisti della concreta realizzazione del progetto stesso.

Valtorta è un piccolo comune dell’Alta Valle Brembana (provincia di Bergamo), sito ai piedi del Pizzo dei Tre Signori, ad un’altitudine di 935 m s.l.m. Conta circa 300 abitanti e vanta un territorio di grandissimo interesse per le sue valenze naturali, paesaggistiche, storiche e culturali. Proprio per queste sue caratteristiche, questo piccolo borgo è stato recentemente riconosciuto “Ecomuseo” ai sensi della Legge Regionale della Regione Lombardia n. 56 del 3 luglio 2001 avente finalità di valorizzazione della cultura e delle tradizioni locali ai fini ambientali, paesaggistici, culturali, turistici ed economici. Per “Ecomuseo” si intende infatti un’istituzione culturale che assicura, su un determinato territorio e con la partecipazione della popolazione, le funzioni di ricerca, conservazione, valorizzazione di un insieme di beni culturali, rappresentativi di un ambiente e dei modi di vita che lì si sono succeduti e ne accompagnano lo sviluppo.

L’idea di un progetto dedicato a questo comune è nata dopo aver appreso che, a fronte della presenza di un inestimabile patrimonio storico-documentale, nonché di produzioni agroalimentari tipiche e tradizioni popolari di antica origine, l’Ecomuseo non è ancora in grado di proporre un’offerta turistica capace di mettere in rete e valorizzare le singole eccellenze che lo caratterizzano. Abbiamo quindi lavorato, divisi in gruppo, per ricavare, anche dai materiali già in precedenza raccolti, oltre che dai sopralluoghi ambientali effettuati quest’anno e dall’incontro con diversi testimoni della realtà locale (il sindaco, lo storico casaro, il responsabile della Latteria sociale, un minatore, il ristoratore, un falegname, ecc…), quanto poteva esserci utile per la realizzazione di strumenti/iniziative volti a promuovere il territorio ed i prodotti tipici di Valtorta e dintorni.

In particolare, il lavoro dei cinque gruppi è stato così suddiviso:

Alla scoperta di Valtorta: storia, natura e tradizione casearia (con la realizzazione di un pieghevole contenente proposte di itinerari turistici e note esplicative).

Il nostro obiettivo è quello di creare un pacchetto turistico che invogli più persone possibile a visitare questo luogo meraviglioso e a conoscerlo, con la speranza che questo possa diventare una fonte di reddito per gli abitanti che conducono queste attività, permettendogli così di restare a vivere lì, senza sentirsi costretti ad abbandonare il luogo in cui sono nati e cresciuti. 

Selezione di materiale utile per promuovere l’identità territoriale di Valtorta e dintorni (dvd, libri, mappe, cd..).

Abbiamo scelto questo project work, nell’ambito del progetto LAIV, per valorizzazione il territorio di Valtorta e i prodotti che questa terra offre ogni giorno, sia agli abitanti che al turismo. Questa attività ci ha permesso di mettere in gioco le nostra capacità nell’ambito del lavoro di gruppo e nell’analisi dei materiali ma anche di utilizzare al meglio la tecnologia per redigere un opuscolo contenente la bibliografia di Valtorta e della Valle Brembana.

Video-interviste ai testimoni del territorio di Valtorta (trascrizione di quelle già effettuate, realizzazione di altre; progetto per la realizzazione di un opuscolo che le contenga, insieme ad altre note esplicative).

Questo lavoro ci ha fatto mettere in gioco e ci ha indotto a lavorare in un team per realizzare un preciso progetto (cosa che in futuro ci potrà senz’altro servire), ma anche a collegare conoscenze acquisite attraverso il percorso scolastico con altre, raccolte da diverse fonti ed in diversi momenti; ci ha portato anche a scoprire un po’ di vecchia storia e, soprattutto, a capire quanto siamo fortunati a vivere in un mondo in fase di sviluppo, nonostante si parli tanto di crisi, dove le tecnologie danno un grande aiuto.

Progetto per la valorizzazione della vetrina e della facciata della Latteria sociale.

Ci sembra molto significativa la frase di Gandhi “Dimenticare come zappare la terra e curare il terreno significa dimenticare se stessi”, già richiamata a Valtorta durante la Festa del Ringraziamento del 2014: la riproporremo quindi su un pannello in alluminio-Dbond che contribuirà a fare della Latteria sociale un riferimento nel rapporto uomo-ambiente.

Progetto per la realizzazione di roll up e gazebo per la Latteria sociale.

La nostra idea, per i roll up, è stata quella di affidarci a un fotografo professionista per la realizzazione di “vere” fotografie che ritrarranno, come protagonisti, i tre prodotti per cui la Latteria Sociale di Valtorta è fortemente riconosciuta… oltre ad utilizzare fotografie, descriviamo alcune fasi delle lavorazioni e presentiamo alcuni aspetti della loro storia.
Sul gazebo abbiamo deciso di raccontare cosa è e cosa fa la Latteria Sociale di Valtorta, usando fotografie scattate proprio all’interno dei suoi locali… Queste idee si concretizzeranno con il supporto di grafici professionisti, le cui tecniche di lavoro permetteranno di rendere più efficace la comunicazione del nostro messaggio, finalizzato a far scoprire le bellezze che l’Ecomuseo di Valtorta offre sia in termini di paesaggio, che per i prodotti locali, che per la sua storia.