Arte e Cultura per leggere e reinventare la realtà

I nostri progetti
Fondazione Cariplo, settore Arte e Cultura
Innovazione Culturale

Cattive compagnie cercasi per imprese memorabili

Oltre 90 imprese creative e culturali provenienti da tutta Italia si sono incontrate il 29 settembre a Mantova in occasione dell'undicesima edizione di ArtLab per una giornata di lavoro, scambio e condivisione.

  • 03 ottobre 2016

Cattive compagnie cercasi per imprese memorabili era il nome dell’incontro gestito da Fitzcarraldo nella cornice di Artlab 16. E di cattive compagnie ce n’erano parecchie, più di 120 professionisti di oltre 90 imprese creative e culturali provenienti da tutta Italia, impegnati in ambiziosi progetti dedicati a teatro, musica, cinema, scuola, editoria, arte. Le loro sfide li hanno portati a vincere bandi e premi come Funder 35, Innovazione Culturale, Che Fare, Open, Ora!, Creative Business Cup, Culturalmente Impresa, Con il Sud, tutti rivolti all’innovazione e all’imprenditoria culturale italiana.

L’ordine del giorno è stato scelto direttamente dai partecipanti: a loro il compito di individuare e proporre i temi di discussione, partendo dalle difficoltà e dai problemi incontrati quotidianamente nel proprio cammino professionale. Le strategie di sostenibilità a lungo termine, il rapporto pubblico-privato, l’innovazione in campo cinematografico, le piattaforme digitali, l’arte come strumento trasversale d’innovazione in contesti non culturali, il teatro per under 18, le difficoltà d’ingaggio di personale qualificato, l’equilibrio tra dipendenti e volontari: più di 20 cattive compagnie sono nate spontaneamente intorno ai temi proposti, alla ricerca di spunti, idee e possibili soluzioni a questioni che riguardano da vicino molti operatori del settore, dando vita a una sessione all’insegna della partecipazione, dello scambio, della condivisione di tematiche e di problemi comuni.

“Ho scoperto che i problemi che riguardano la nostra associazione sono comuni e che affrontiamo tutti i giorni difficoltà molto simili.” E forse proprio questa riflessione emersa dalla restituzione finale è la base di partenza per ogni impresa memorabile. Perché l’impegno e la passione sono indispensabili, ma rischiano di perdere la loro forza se mancano le occasioni di ascolto e di confronto e la possibilità di incontrare persone e idee inaspettate.